Coordinamento Cittadino Lotta per la Casa

VENERDI' 24 FEBBRAIO ORE 17 A PIAZZA ESQUILINO ASSEMBLEA PUBBLICA

Il Movimento per il Diritto all'Abitare conferma l'assemblea pubblica prevista per domani - Venerdì 24 Febbraio 2017 – non più in piazza Indipendenza ma in piazza Esquilino.
 
Si è deciso, infatti, di non accettare l'ennesima provocazione e sfida della questura, che in caso di conferma della sede di piazza Indipendenza, aveva minacciato cariche ed arresti. Non si tratta di un passo indietro dei movimento, che ha preso questa decisione, guardando soprattutto alla necessità che la città si incontri, discuta e si raccolga attorno alla necessità di contrastare la politica, di sgomberi di occupazioni abitative e spazi sociali, insieme al pacchetto Minniti - Orlando. Ci troveremo quindi in tanti e tante, domani, per ragionare e discutere, per ricostruire insieme il quadro di una situazione complessa e difficile, per costruire percorsi concreti, campagne e mobilitazioni in grado di contrastare e rovesciare una deriva che vede la completa sostituzione di politiche redistribuzione della ricchezza e di welfare, con l'ordine pubblico e con provvedimenti restrittivi della libertà personale degli attivisti e più in generale di quella parte di popolazione che non può e non vuole allinearsi ed abbassare la testa. I pesanti provvedimenti che il governo Gentiloni (Renzi) si appresta ad approvare, infatti, spostano ancora risorse ed attenzioni verso la limitazione della libertà e dei diritti dei migranti e dei rifugiati, verso la loro reclusione ed espulsione e rappresentano il tentativo di fare di loro sempre più un capro espiatorio su cui scaricare una rabbia sociale diffusa e crescente. Battersi, oggi, contro il pacchetto Minniti e gli sgomberi vuol dire rifiutare provvedimenti che mirano a colpire le lotte sociali, a disciplinare, limitare ed aggredire le libertà di tutti, a togliere ancora soldi  da istruzione, salute, trasporti, case popolari, tutela del lavoro, per investirli su una presunta sicurezza che viene declinata soltanto in termini polizieschi; vuol dire rifiutare di cadere nella trappola di un conflitto orizzontale in cui la rabbia viene scaricata sui migranti o comunque su chi sta ancora peggio di noi. Le battaglie per migliorare le nostre condizioni di vita, per conquistare diritti  e per cambiare, devono necessariamente guardare e prendersela con chi al governo cerca di sopravvivere attaccato alla poltrona e di perpetuare le politiche di liberismo e distruzione sociale che subiamo da anni.
 
Responsabilità che oggi ricadono fortemente non solo sul governo centrale, ma anche sulle amministrazioni locali e sulla giunta Raggi, che invece di segnare una discontinuità nel governo della città, si sta allineando alle giunte precedenti, sulla scia degli interessi e dei poteri forti, della chiusura di spazi di aggregazione e attivismo, dell'esclusione sempre più forzosa e massiccia della città di sotto. Per questo invitiamo la città a partecipare all'assemblea di domani alle ore 17 a piazza Esquilino, certamente saremo già in grado di tracciare percorsi ed indicare mobilitazioni all'altezza delle sfide che abbiamo difronte.
 
 
 
Movimento per il Diritto all'Abitare 

- Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua navigazione. Per saperne di più e capire anche come non utilizzarli vedi le informazioni nella nostra Cookie policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information